OkDay 2017: la mia TRAS+FORMAZIONE

E’ domenica, solitamente cerco di stare lontano dal Mac nel fine settimana…ma oggi è diverso, oggi “mi sento Ok”!
Venerdì 29 e sabato 30 settembre sono stato felicemente coinvolto da Mario Moroni e dagli amici di OkNetwork all’interno dell’evento “OkDay 2017“.

Un evento che non ti aspetti, un evento legato sicuramente al mondo dell’innovazione e del digitale, ma non solo…molto più ricco, molto più aperto e, soprattutto, un evento dal quale si torna a casa con un bagaglio di conoscenza davvero più colmo.

Le giornate sono state suddivise in due macro-momenti, splendidamente armonizzati dalla conduzione di Mario Moroni e fedelmente raccontati con tweet e dirette Facebook dal Social Team guidato dalla bravissima Roberta (meglio nota come “Berta Pinna” nel mondo social): mattinate di speech da parte di speaker eccezionali, capaci di portare esperienze, ispirazione e riflessione, seguite da pomeriggi di workshop su tematiche di varia natura.

Guardando l’agenda, ha quasi dell’incredibile riuscire ad assistere a tanto valore!
Il primo giorno il palco ha visto susseguirsi:

  • Giuseppe Brugnone (Digital Marketing Manager – LEGO Group): un talk che ha fatto iniziare l’evento alzando decisamente l’asticella, raccontando come il digitale stia influendo sulla trasformazione del mondo del giocattolo, vedendola come opportunità e non come minaccia
  • Emanuela Zaccone (Marketing & Product Manager – TOK.tv): una vera e propria pioniera del digitale che (assieme ad un altro visionario come Fabrizio Capobianco) ha lanciato un progetto digitale legato al mondo dello sport, permettendo ai tifosi di vivere in modo nuovo e sociale gli eventi delle loro squadre del cuore
  • Daniele Cassioli (Sciatore nautico e fisioterapista): emozione, pelle d’oca e stima, tantissima stima per Daniele. Una storia emozionante in grado di dare a tutta la platea una “visione” diversa e profonda. Un momento, per me, di grande riflessione.
  • Giuliano Ambrosio (Creative Strategist – AQuest): il racconto di come le chat bot stiano trasformando lo scenario digitale di comunicazione con il consumatore
  • Paolo Milanoli (Imprenditore e Medaglia d’Oro alle Olimpiadi di Sidney del 2000): il racconto della trasformazione di un atleta, laddove la medaglia d’oro è stato un grande esperimento e un traguardo, ma che sono stati solo l’inizio.
  • Cosmano Lombardo (Web Marketing Festival): una storia e un racconto sul come costruire reti, snodo fondamentale per l’organizzazione di eventi come il Web Marketing Festival

A chiusura di questi primi interventi, un interessante panel legato a StartUp e Trasformazione con Enrico Pandian (Supermercato24) e Norma Rossetti (MySecretCase): racconti di opportunità, cambiamento e digitalizzazione di esperienze…anche piccanti 🙂 !

Nel pomeriggio ci si è poi spostati nelle sale workshop…qui ovviamente non posso raccontarti molto delle altre sale, ero concentrato nella Sala Play con il mio Workshop LEGO® SERIOUS PLAY® “Costruisci la TRAS+FORMAZIONE di domani”.
Quello che però posso fare è lasciarti assaporare le tematiche toccate nelle altre sale: e-commerce ed email marketing, industry 4.0, recruiting e figure di digital transformation ed infine instagram per storytelling del brand.
Un’ampia scelta, quasi da metterti in crisi nel decidere a quale workshop partecipare!

Ma non è finita qui, anzi, il bello deve ancora venire:

  • Valentina Sala (e-commerce manager – OkNetwork): un bellissimo intervento su come il consumatore si sia trasformato e sia sempre in trasformazione, la sua omnicanalità e i suoi comportamenti.
  • Matteo Sarzana (General Manager – Deliveroo): il racconto della relazione (d’amore) che ogni azienda deve vivere con il proprio cliente, cercando di corteggiarlo, premiarlo, ascoltarlo e far sì che la “storia d’amore” possa durare il più a lungo possibile.
  • Germano Lanzoni (Attore e Performer – Il Milanese Imbruttito): un inizio ironico (non sono mancati i “taaaaac” ovviamente 🙂 ) che ha poi permesso a tutti di conoscere non solo il “personaggio” ma anche la “persona”, nelle sue diverse trasformazioni (uomo, attore, personaggio).
  • Federico Buffa (Giornalista e telecronista sportivo): la testimonianza, raccontata sul palco assieme a Dario Vismara, di come Federico si “trasformi” dal campo da gioco al teatro, dove oggi sta trovando la sua sfida più avvincente. Pensieri, stati d’animo ed emozioni che vive ogni sera che sale sul palco, come se fosse sempre la prima volta.
  • Daniele Barbone (Imprenditore, scrittore e ultramaratoneta): un professionista che a 35 anni decide di lanciarsi in una nuova avventura e si appassiona alla corsa, fino a farla diventare uno dei suoi pilastri. Oggi, grazie alle sue imprese da maratoneta, riesce a realizzare fantastici progetti di beneficenza come il suo prossimo progetto: 300km di maratona!
  • Marco Montemagno (Imprenditore Tech e Speaker): una interessante intervista guidata da Mario Moroni e arricchita da alcune domande dal pubblico, durante la quale Marco Montemagno ha raccontato alcuni frangenti della sua esperienza dando utili consigli a chi oggi voglia utilizzare il mondo del digitale per il proprio business e per il proprio personal branding. Interessante è stata una domanda dal pubblico che ha portato alla discussione rispetto alle invidie del successo, che per Marco sono uno stimolo a fare sempre meglio!

Anche sabato, dopo gli speech è stato condotto un nuovo panel, legato a Impresa e Trasformazione del Territorio con Egidio Alagia (Giovani Imprenditori di Confindustria Alto Milanese) e Montserrat Fernandez Blanca (FuckUp Nights).

Torno per un attimo sulle sessioni di workshop LSP che ho gestito durante i due giorni di OkDay 2017: è stato interessante poter lavorare con i partecipanti sulla loro percezione rispetto al concetto di TRASFORMAZIONE, una percezione che è stata positivamente amplificata dai tanti spunti appresi durante la mattinata di speech e che, nel momento cruciale del workshop, ha visto i partecipanti impegnati ad identificare delle possibili azioni concrete da portare nei propri business per attivare un processo di trasformazione, piccolo o grande che sia.


Tanti spunti e tante idee che i gruppi di partecipanti (nei due diversi giorni di workshop) hanno realizzato sfruttando la libertà creativa del “pensare con le mani”: spunti che hanno spaziato da piccoli task come riprendere a pianificare meeting interni di coordinamento tra team, avviare la ricerca di nuovi clienti o lanciare nuovi progetti.

Per la chiusura dei due workshop ho infine chiesto a ciascun partecipante di identificare un messaggio chiave, una sorta di “lesson learned” rispetto all’esperienza vissuta ad OkDay e ai contenuti emersi durante l’esperienza LEGO® SERIOUS PLAY®; è stato curioso poter fare un resoconto finale, confrontando i due output dei due diversi gruppi di lavoro di venerdì e di sabato…ed ecco qui come hanno sintetizzato i “costruttori della trasformazione”:

  • accettare il punto di vista degli altri (emerso in entrambi i workshop)
  • saper ascoltare
  • crescere (emerso in entrambi i workshop)
  • avere una visione
  • porsi obiettivi
  • agire ed essere proattivi (emerso in entrambi i workshop)
  • guardarsi dentro
  • affrontare le paure
  • liberarsi dai pesi
  • essere curiosi
  • evolversi (emerso in entrambi i workshop)
  • essere consapevoli (emerso in entrambi i workshop)
  • de-costruire non equivale a distruggere
  • uscire dagli schemi

E’ interessante come, nei due diversi giorni, due gruppi diversi di persone abbiano descritto sia punti comuni (quelli emersi in entrambi i giorni), sia punti differenti che, integrati tra loro, possono ulteriormente amplificare il valore di TRAS+FORMAZIONE espresso durante questi giorni di lavoro.

Lascio per la fine la chicca finale, lanciata da uno dei partecipanti come messaggio chiave: “meno ego, più Lego” 🙂

Per la chiusura invece lascio ancora un infinito GRAZIE a Mario Moroni e gli amici di OkNetwork per la fiducia che mi hanno dato nell’affidarsi a me per questi workshop e per avermi coinvolto in un evento di così alto livello…mi sento grato, onorato e anche un po’ TRAS+FORMATO perché in questi due giorni ho avuto modo di imparare molto e acquisire nuovi spunti per il futuro.

Se non hai partecipato ad OkDay quest’anno, hai sicuramente perso un grande evento…ma potrai rifarti l’anno prossimo per l’edizione 2018! Rimani sintonizzato con i canali di OkNetwork.

Se questo articolo ha inoltre stuzzicato il tuo interesse in merito a LEGO® SERIOUS PLAY®, non esitare nel contattami, è più facile di quanto credi…basta un CLICK!

© daniele radici